golden-fields-of-autumn-by-taun-richards
Taun-008.jpg

tracce di bruco

Sono cresciuto in una piccola città sulle colline di Chiltern, nel Buckinghamshire, in Inghilterra. Le mie prime influenze provenivano dall'ascolto dei dischi che mio fratello maggiore suonava nella sua camera da letto. I Beatles e i Pink Floyd erano due delle sue band preferite. Avevo solo dodici anni quando ho sentito per la prima volta l'album Dark Side of the Moon dei Pink Floyd.

La musica è diventata una scusa perfetta per soddisfare il mio desiderio di solitudine. Sono diventato un po 'fanatico di voler suonare la chitarra, e nella mia adolescenza, questo è praticamente tutto ciò che ho fatto. Quando si tratta di testi delle canzoni, valuto molto sia Bob Dylan che Neil Young. Bob Dylan ha scritto per la persona comune; Lo ammiravo per questo.

Nell'aprile 2009, all'età di 48 anni, ho rischiato tutto e mi sono trasferito negli Stati Uniti. Sono tornato in Inghilterra quattro anni dopo, senza un soldo, senza casa e senza la minima idea di come avrei ricostruito la mia vita distrutta.

Un incontro casuale con un'eroina russa, di nome Karina Boroday. ha portato a un invito a partecipare a VKontakte (l'equivalente russo di Facebook). Prima di conoscere Karina, non avevo mai pensato di scrivere un libro di poesie. Mentre sfogliavo il suo profilo, ho trovato una foto di lei seduta in un campo. Ho scritto quello che ho sentito, sotto forma di una poesia. Quando ho condiviso la poesia con Karina, è rimasta scioccata da quanto profondamente fossi riuscita a scrutare nella sua anima. Karina ha condiviso la poesia sul suo profilo e ha iniziato una reazione a catena.

Il popolo russo ha ancora un profondo rispetto per poeti e scrittori. Il fatto che fossi un autore inedito non ha impedito a molte eroine di farsi avanti per condividere con me la loro storia. Pochi giorni dopo che Karina aveva pubblicato The Golden Fields of Autumn, ho scritto un'altra poesia, "Bird in a Cage" per Valeria Semchenko. In breve tempo Valeria lasciò il suo lavoro per potermi assistere a tempo pieno nel progetto. Ho scritto le poesie e ho scelto l'immagine di accompagnamento a ciascuna poesia, Valeria ha gestito tutto il resto.

Una poesia tira l'altra e un'altra, fino a quando non è nato un libro di poesie. Ogni poesia del libro racconta una vera storia di vita. L'innocenza, la crudezza e la vulnerabilità di tutte le persone coinvolte fanno parte del fascino generale dei libri.

Questa è la versione ridotta di come è nato il libro Butterfly WIngs. La storia completa sarà raccontata nel prossimo libro Caterpillar Tracks.

THE GATEWAY

Corri attraverso le nebbie di un tempo molto tempo fa,

a un castello in cima a una collina.

La ricerca che avevi iniziato sta arrivando alla fine,

non sei più un servo della volontà.

Apri la porta attraverso le mura del castello,

getta gli occhi sulla bellezza dentro.

Tutto può essere tuo se tendi la mano, ha detto.

La donna bianca che sta davanti a te,

versa lacrime chiare per ammorbidire il tuo sguardo.

Ma quando il suo fiore è tenuto tra le tue braccia,

la tua morte avrà esaudito la sua preghiera.

Sta testando la conoscenza che ti ha sostenuto,

resistere a tutto ciò che è così facilmente dato.

Questa tentazione smascherata è la sua ultima,

riposa la tua coscienza sulle colonne del cielo.

Passa la bellezza da sola attraverso il cortile,

a una porta alla fine del sentiero.

Tre chiavi luminose pendono da sole sulla pietra fredda, scegline una con saggezza per illuminare il tuo cammino.

La risposta a questa ricerca di viaggi,

giaceva in profondità tra queste mura.

Quando è il momento giusto per rivelare,

Possa tu trovare ciò che è tuo di diritto.

La porta per la mente più saggia di tutti,

è stato tenuto bloccato senza questa chiave.

Quando finalmente dopo mille anni,

le porte sono spalancate.

C'è uno specchio, dimmi, cosa vedi?

key.jpg
Every engine, needs a key to start it

Taun Richards | Autore

Karina Boroday from the book butterfly wings by taun richards

I campi dorati dell'autunno

I campi dorati dell'autunno; l'estate sta volgendo al termine.

Si siede per un po ', il sole si inchina, si mette in posa con noncuranza.

Il mondo è scomparso; tutto quello che poteva sentire era il fruscio degli alberi.

Il canto degli uccelli, il cinguettio dei grilli, il più debole sussurro di una brezza estiva.

Karina ha preso in prestito un giorno della sua vita, si è fermata, quel tanto che basta per pensare.

Ho visto il tramonto più bello spruzzare sulle nuvole, arancione bruciato e rosa.

Ha pensato di lasciarsi tutto alle spalle, di vivere da sola con Madre Terra.

Niente dalle nove alle cinque, niente ingorghi, niente internet, cosa vale davvero tutto questo?

I soldi. vestiti, trucco, niente contava molto qui fuori.

Poteva essere se stessa, il mondo taceva, i suoi pensieri per una volta erano chiari.

Qualcosa cambiò quando la sua anima uscì oltre quella sottile linea blu.

L'otturatore scattò, la sua espressione catturata, per sempre, in un attimo di tempo.

La sua virtù, sana come il filo d'erba che pende dalle sue labbra.

Un bel ricordo, una ragazza solitaria, che vive momenti come questo.

Poesia scritta per Karina Boroday

AKNOWLEDGEMENT

Vorrei ringraziare in modo speciale Valeria Semchenko per la sua incredibile fede e fiducia in me e per questo libro. Maria Martynova per la sua generosità nella gestione di tutti gli aspetti legali per i moduli di rilascio del copyright. Tutti i fotografi e le modelle che hanno contribuito a fornire immagini così eccezionali. Infine voglio fare un ringraziamento speciale a tutte le eroine che hanno condiviso con me le loro storie personali, senza di te questo libro non sarebbe stato possibile.